I pensieri pesano più dei chili

Non è mai bello perdersi, sopratutto se si parla di obbiettivi, sacrifici e impegni ma a volte perdersi fa parte del gioco, bisogna metterlo in conto soprattutto se si parla di sport. 

Da dove posso partire, o meglio, da dove posso ripartire? Ecco, non lo so bene o forse so che c’è solo da rimboccarsi le maniche questa volta, ma prima è giusto fare un passo indietro.

Non so se sono coincidenze o semplici circostanze ma la mia bio di instagram recita proprio cosi: 

“diario di un trentenne che pedalando ha smarrito la strada preferendo la panoramica”, peccato che questa volta la strada l’ho persa per davvero, ma nessuna panoramica, solo paranoie.

A volte i pensieri pesano più dei chili, non ti fanno andare avanti, ancor prima di salire sulla bici. E’ questa l’unica vera differenza. 

Se pesi tanto puoi sempre provarci ma se la testa pesa è meglio fermarsi.

Ecco appunto, io nel 2020 mi sono proprio fermato. 

Prima il lockdown, poi la febbre alta, il lavoro da sistemare e infine una relazione da salvare.

Tutto questo in pochi mesi.

Ma andiamo per punti:

A febbraio inauguro la stagione con la Granfondo Laiugueglia, le sensazioni non erano delle migliori ma è stata una bella svegliata, una di quelle gare che quando finisci dici “cazzo ci voleva” e poi subito dopo sarei dovuto andare alle Strade Bianche, la mia Granfondo preferita, ma poco prima ecco l’arrivo della pandemia che manda tutto a rotoli.

Più di due mesi senza toccare la bici, chiuso nella mia casa di Milano lontano dai miei genitori e da tutti, un esodo senza fine.

Poi l’arrivo dell’estate e qualche barlume di ripresa, il lavoro piano piano sembra riprendersi e con lui anche la mia relazione sentimentale sembra finalmente funzionare.

Tutto torna alla normalità,la bici no.

Forse è proprio qui che mi perdo davvero, non trovo lo stimolo per tornare a pedalare e mi chiudo in me stesso, pensando a tutto tranne che a quello.

Passano giorni, settimane, mesi e Strava segna sempre 1106 km da gennaio ad agosto, neanche un runner ha cosi pochi chilometri, tant’è che penso di chiudere anche il profilo.  

Nel mentre cerco stimoli giocando a tennis, correndo a piedi e nuotando, facendo prendere polvere alla bici. 

Non so neanche quante volte ho aperto Instagram, Facebook o WordPress pensando “ora posto”, ma poi alla fine chiudevo tutto senza concludere nulla.  

Posso chiamarlo ripudio ma forse non è la parola esatta per tutto questo anche se ci sono state giornate in cui preparavo l’abbigliamento e poi neanche uscivo, giornate vuote e senza fine. Sembrava quasi che la bici non mi appartenesse più. 

Ad oggi che tutto questo è passato faccio un bel respiro di sollievo e vado avanti verso una stagione dove la priorità sarà tornare a divertirmi come una volta. 

Promesso che posterò e scriverò molto per stimolarmi ogni giorno e crescere sempre di più!

Buona lettura a tutti voi.

Davide

Un pensiero riguardo “I pensieri pesano più dei chili

  1. Ben tornato!!!!!!!!🚴🏻‍♂️💪

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close